I pagamenti Internazionali

Pagamenti internazionali e rischi

I pagamenti internazionali e l’eterno dilemma nello scegliere la soluzione migliore che controbilanci le richieste del cliente e la sicurezza di chi esporta.

Quante volte ti sei chiesto:”Quali condizioni commerciali offro al cliente? E quale tipologia di pagamento?“.

Vediamo insieme quali sono gli aspetti importanti da tenere in considerazione nello scegliere la giusta tipologia di pagamento internazionale.

Pagamenti Internazionali e l’aspetto temporale

Anche se l’aspirazione di tutti sarebbe quella di ricevere il saldo della propria fattura in maniera anticipata, questo non è sempre possibile per ragioni come: costo della merce, complessità della trattativa, potere contrattuale del cliente, ecc.

Possiamo suddividere i pagamenti internazionali in base al momento in cui viene effettuato il trasferimento di denaro, rispetto alla consegna della merce:

Pagamento Internazionale Anticipato

Il cliente estero effettua il saldo della fattura prima di ricevere la merce dal venditore, solitamente in maniera quasi contestuale alla ricezione dell’ordine da parte del compratore.

Pagamento Internazionale Contestuale

Il cliente estero effettua il pagamento contestualmente alla consegna della merce. Questa soluzione sarebbe, teoricamente, la migliore in quanto prevede il giusto equilibrio tra gli interessi dell’esportatore e il compratore.

Pagamento Internazionale Posticipato

L’esportatore concede al proprio cliente estero la possibilità di effettuare il pagamento contestualmente, oppure in maniera differita, al ritiro della merce a destinazione.

Pagamenti Internazionali e il grado di rischio

Tutte le forme di pagamento non sono esenti da rischi e costi. Infatti, se ad esempio, scegli di accordare una modalità di pagamento con un basso grado di rischio questo avrebbe, come contropartita, una ricaduta sui costi totali dell’operazione e sul grado di rischio che il tuo cliente estero dovrà accollarsi.

Di fatto, l’esportatore si troverà a dover far fronte a due aspetti fondamentali:

  • Costi (finanziari, commissioni bancarie, assicurazioni, ecc.)
  • Livello di rischio dell’operazione per il cliente estero

Nella maggior parte dei casi, quindi, la soluzione “meno rischiosa” per l’esportatore non rappresenterà la soluzione migliore! Infatti, essa potrebbe rappresentare per il cliente un ostacolo importante in quanto influenzerà la competitività complessiva dell’offerta.

Pagamenti Internazionali: cosa tenere in considerazione?

Quando vendi i tuoi prodotti all’estero, oltre a dover considerare tutto ciò che fin qui è stato detto, bisogna anche analizzare ulteriori aspetti che potrebbero, anche in questo caso, influenzare il grado di rischio dell’operazione. Ma quali sono questi ulteriori rischi?

Rischio Paese

Il rischio Paese, o rischio Politico, rappresenta la probabilità di mancato pagamento collegato alla criticità della situazione Paese. Tra gli indicatori di rischio è possibile considerare: Mancato pagamento controparte sovrana, esproprio e violazioni contrattuali, mancato pagamento controparte bancaria, rischio di guerra e disordini civili, problemi con trasferimenti dei capitali e convertibilità.

E’ consigliabile, quindi, effettuare sempre una attenta analisi della situazione Paese prima di sviluppare strategie atte ad accrescere la propria presenza su un mercato geografico specifico e, in caso, prendere le giuste precauzioni per ridurre il grado di rischio.

Rischio Commerciale

Questa tipologia di rischio è rappresentata dalla possibilità di insolvenza dell’acquirente estero.

Rischio Cambio

Il rischio cambio deriva dalla possibilità di trovarsi in una situazione in cui vi sia una importante fluttuazione dei tassi di cambio che renderanno l’importo ricevuto dal cliente inferiore al valore effettivo della merce venduta. A questo proposito, si consiglia di negoziare con i propri potenziali clienti, dove possibile, in valuta nazionale eliminando così il rischio cambio.

Pagamenti Internazionali: quale scegliere?

Arrivati a questo punto, ti chiederai:”Ma quali sono effettivamente le modalità di pagamento che posso offrire al mio cliente estero?”. Tra le forme di pagamento da utilizzare nelle tue vendite all’estero vi sono:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *